SPORCA TRATTATIVA

Ho motivo di credere che il patto Stato-mafia non sia quello di cui si parla, quello suggerito dalle rivelazioni dei padrini e da alcune voci distorte dello Stato. Ho motivo di credere che non si tratti di un semplice ricatto della mafia in cambio dell’annullamento del 416 bis e dello screditamento dei pentiti, ma che nasconda una trattativa assai più sporca e minacciosa. Ho motivo di credere che negli anni ’90 le persone iniziavano a comprendere quanto fossero macchiate di sangue innocente le mani di chi li governava, che aveva perseguito una criminale ragion di Stato al fine di mantenere un equilibrio sotterraneo di potere occulto prestabilito. Ho motivo di credere che non potendo più avvalersi di una copertura terroristica eversiva, per ricondurre il popolo all’ovile, a qualkuno venne in mente di dare il via, con un piccone, a “Mani Pulite”, giusto per comunicare che le stragi degli innocenti erano finite, che appartenevano al passato, e che occorreva dare voce a una politica nuova, a un nuovo Stato. Ho motivo di credere che questo condizionamento subliminale aveva comunque bisogno di essere rafforzato con una nuova strategia, che desse una risaldata alla paura, per dirigere il Popolo verso la giusta via. Ho motivo di credere che a tal fine qualcuno abbia contatto qualcun altro proponendo uno scambio vantaggioso, in cambio di qualche panetto simbolico di C 4 che facesse rintanare gli italiani nelle giuste schede elettorali. Ho motivo di credere che questo sfregio all’arte e alla bellezza venne messo a punto, e proposto, in cambio della fine della giustizia, assicurando l’inizio di una nuova era, facendo compiere alla mafia un definitivo salto di qualità, con quotazione in borsa nella futura economia europea. Ho motivo di credere che questo infame patto mise sul piatto insanguinato dello scambio l’anima dell’Italia onesta, e che in cambio dei servizi deviati resi, a uno Stato figlicida, qualcuno alla mafia assicurò di Falcone e Borsellino la loro testa.

Informazioni su Guido Fabrizi

Partendo dalla fotografia, sto percorrendo l'impervia strada della scrittura cinematografica. Di questi tempi, tutti mi dicono che è da folli girare per produzioni con i propri soggetti sotto il braccio... Sarebbe da folli rinunciare...
Questa voce è stata pubblicata in Frammenti di Pensiero e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a SPORCA TRATTATIVA

  1. Ciò che è certo – risulta da dichiarazioni rilasciate pubblicamente dagli stessi Falcone prima e soprattutto Borsellino poi – “lo Stato”in quanto protettore costituzionalmente riconosciuto al DOVERE di proteggere le proprie Istituzioni, latitò, in quegli anni, permettendo alcuni esponenti di esso mettessero i bastoni tra le ruote dei due magistrati e di tutto il pool antimafia.
    Questa fu la ragione per cui Falcone ideò un pool chiuso a guscio su sè stesso, impermeabile a qualunque infiltrazione e soprattutto filtrazione di notizie.
    Probabilmente l’ingresso in borsa della mafia era già avvenuto da tempo ma di sicuro, la trattativa Stato-mafia, semplicemente per l’orrendo sfregio che Organi di Governo e non permisero in quegli anni, ha fatto sì determinati poteri criminali possano oggi muoversi nei gangli arrugginiti della nostra Democrazia con assoluta spensierata disinvoltura.

    • Guido Fabrizi ha detto:

      Anche per questo hanno fatto credere negli ultimi anni che con l’arresto di Provenzano fosse finita l’era dei padrini, chiudendo il capitolo di una mafia vistosamente criminale…

  2. newwhitebear ha detto:

    i dubbi ci sono ma dubito che possano diventare certezze o serie smentite in tempi umani. E forse neppure a posteriori.

  3. tramedipensieri ha detto:

    Aspettiamo ancora la verità su questi omicidi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...