MISTERI OCCULTI

L’Italia è il Paese delle tre carte, non saprai mai dove si trova quella vincente, non saprai mai come sono andate veramente le cose, non saprai mai la verità, neanche desegretando il biscazziere.

Informazioni su Guido Fabrizi

Partendo dalla fotografia, sto percorrendo l'impervia strada della scrittura cinematografica. Di questi tempi, tutti mi dicono che è da folli girare per produzioni con i propri soggetti sotto il braccio... Sarebbe da folli rinunciare...
Questa voce è stata pubblicata in Post. Contrassegna il permalink.

4 risposte a MISTERI OCCULTI

  1. newwhitebear ha detto:

    L’Italia bara e i cittadini sono gli ingenui giocatori che stanno al tavolo delle tre carte.

  2. litedinnamoratoconilmondo ha detto:

    Quanto pessimismo!
    E’ solo questione di pazienza, poi la verità viene fuori.
    Ad esempio, Cesare, pare lo abbia accoltellato Bruto.
    (ANSA).

    • Guido Fabrizi ha detto:

      Hai ragione, il loro alleato migliore è il tempo. Con il revisionismo storico si scagionano i responsabili e si trovano colpevoli di comodo. Per screditare chi ha cercato la verità iniziarono a usare il termine “complottismo” insinuandolo nel senso comune con una valenza dispregiativa. Il termine “dietrologia” lo inventò un giornalista del Tempo per mettere in ridicolo i pensieri di Pasolini. Le stragi di Stato, gli omicidi di mafia, la collusione fra politica, criminalità, servizi, poteri sotterranei, non sono eventi che appartengono al passato. È una ferita aperta che ha fatto sviluppare un virus mutageno, e forse, se avessimo cercato di capire meglio le dinamiche, di individuare i reali responsabili, forse oggi le cose sarebbero diverse, ma quando tutto ciò andava fatto ci si rintronava di tv commerciale, calcio, consumo, nell’illusione di decidere, di essere liberi.

      • litedinnamoratoconilmondo ha detto:

        Hai ragione e condivido.
        Penso sia stata spesso ritardata ogni risposta contando volutamente sull’impatto ormai affievolito dal tempo trascorso.
        Anche in questo sta il senso civico d’ognuno di noi: non dimenticare ed imparare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...