UN, DUE, TRE, STELLA!

ASSASSINIO DEL PROCURATORE PIETRO SCAGLIONE

Pinucciu aveva sei anni e una mattina, andando a raggiungere la madre che assisteva puntualmente alla messa delle 10,30 nella chiesa dei Cappuccini di Palermo, a un tratto, mentre percorreva la piccola via dei Cipressi, si arrestò congelato, come quando giocava a “un, due, tre, stella”. Circa un centinaio di metri più avanti c’era, minacciosa, una FIAT 1500 nera, messa di traverso rispetto alla strada: al posto del conducente c’era un uomo con la testa reclinata, gli occhi sbarrati verso Pinuccio, e il braccio che usciva fuori dal finestrino aperto, quasi a volerlo afferrare. Il volto era tutto sporco di rosso, e sui sedili posteriori s’intravedeva un’altra persona con il capo rivolto verso l’alto, la bocca aperta, e gli occhiali storti sul viso. Dopo alcuni istanti qualcuno gridò da un balcone: “ammazzaru au giudici Scagliuni”. Pinucciu, trattenendo il respiro, continuò a camminare in avanti, malgrado il vento gelido che lo avvolgeva e, senza fermarsi, passò oltre la macchina nera, con gli occhi strizzati nelle orbite e i pugni chiusi impregnati di sudore. Proseguì in direzione di sua madre, bisbigliando a Dio che nessuno lo ammazzasse, mentre da lontano s’avvicinava il suono delle sirene.

 

Informazioni su Guido Fabrizi

Partendo dalla fotografia, sto percorrendo l'impervia strada della scrittura cinematografica. Di questi tempi, tutti mi dicono che è da folli girare per produzioni con i propri soggetti sotto il braccio... Sarebbe da folli rinunciare...
Questa voce è stata pubblicata in Racconti Brevi e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a UN, DUE, TRE, STELLA!

  1. tramedipensieri ha detto:

    Sono andata su google a cercare la figura di questo giudice…che non conoscevo. Grazie per averlo ricordato…

    Ciao
    .marta

  2. Personaggio in cerca d'Autore ha detto:

    Splendido blog, Guido, ti ho assegnato il premio “Talento innato”.
    http://claudiodifilippo.wordpress.com/2014/06/28/premio-talento-innato/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...