POLLAME

Pollame@GuidoFabrizi

Un giorno, Ernio, noto ammaestratore di galline, e Turnia, assistente ammaestratrice di galline, sentendosi reciprocamente attratti l’uno dall’altra, dopo qualche mese di corteggiamento, decisero di sposarsi. Trascorsi alcuni anni di silente e apparentemente tranquillo rapporto di coppia matrimoniale iniziarono a pensare di mettere al mondo un erede, per portare avanti la loro tradizione di ammaestratori di galline. Il pargoletto cresceva sveglio e ricettivo, ma non dimostrava il dovuto interesse per le galline perché preferiva guardare, e cercare di comprendere, il moto della volta celeste. Frustrato, piangeva tutto il giorno cercando di esprimere qualcosa che non riusciva a comunicare. Allora i due genitori, frastornati dai pianti del piccolo, decisero di comprare un’auto nuova, per tentare di farlo smettere dal suo pianto. Dopo l’acquisto dello splendido mezzo, ogni qualvolta il bambino ricominciava a frignare, la mamma gli diceva: “piccola stella di mamu, se smetterai di piangere papo ti farà guidare la macchina come i grandi, con il motore accesso….”. Allora il bambino che, come tutti i piccoli, amava emulare le gesta del padre, sorrideva felice attendendo ansioso il ritorno del genitore. Trascorrevano giornate intere all’interno della macchina parcheggiata nel cortile. Il bimbo sedeva alla guida della vettura a motore acceso, e con le manine sul volante lo girava, a destra e a manca, a fatica, mentre il padre, dal lato del passeggero, lo guardava con orgoglio, dandogli indicazioni alla guida. Ore e ore con il motore acceso proprio vicino al pollaio, e con il tubo di scappamento dritto dritto verso le galline che iniziavano anche a sentirsi poco bene, e a fare le uova nere… Passarono gli anni e il rito della guida continuò per molto tempo, fino a quando un giorno il piccolo, ormai giovanotto, decise d’intraprendere la carriera dell’ammaestratore di galline, inventando lo strabiliante numero circense del pollo affumicato alla griglia di una spyder.

Informazioni su Guido Fabrizi

Partendo dalla fotografia, sto percorrendo l'impervia strada della scrittura cinematografica. Di questi tempi, tutti mi dicono che è da folli girare per produzioni con i propri soggetti sotto il braccio... Sarebbe da folli rinunciare...
Questa voce è stata pubblicata in Racconti Brevi. Contrassegna il permalink.

24 risposte a POLLAME

  1. germogliare ha detto:

    Guido! …che sogni hai fatto questa notte? o meglio,che hai mangiato ieri sera?
    Mi piace e mi ha fatto sorridere.

  2. tramedipensieri ha detto:

    …ammaestratore di galline, eh…
    D’altra parte con un insegnante del genere, non poteva che rivelarsi un “genio” 😦
    (ho riso, ma quanto….:D )

    ciao Guido, sempre piacevole leggerti….
    .marta

  3. pietrochag ha detto:

    Divertente ed allo stesso tempo tenebroso… o meglio… affumicato! 🙂 Grazie per la visita al mio blog, Guido! Ciao

  4. Pavolo ha detto:

    simpatico 🙂
    grazie

  5. Sisko Black ha detto:

    Ah, l’inversione finale mi ha sorpreso, ed ho riso un sacco per i poveri polli fumé alla griglia XD. Bello!

  6. guido mura ha detto:

    Povere galline 🙂

  7. johndscripts ha detto:

    O mio dio!
    Questo racconto breve è allucinante 😀

  8. ombreflessuose ha detto:

    Io sono dalla parte delle galline e questo pargolo un po’ scemo non mi è affatto simpatico
    Ma davvero hai preso spunto da una stroria vera?
    Baci
    Mistral

  9. Monica ha detto:

    Storia molto carina 🙂 Grazie e buona giornata, Monica :-)))

  10. Monica ha detto:

    Ma noooooooooooooo, non avevo letto che fosse una storia vera!! Povere galline :-(((

  11. Luther ha detto:

    “Mio buon Critone, ricordati che dobbiamo un gallo ad Esculapio.”
    Felice notte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...