PICCOLO LANCIO ANSA E ADN KRONOS

ANSA_logo

<![CDATA[<pre>Documento: 20130308 02165

ZCZC6089/SXB

Arte, cultura, intrattenimento

R SPE S0B QBXB

LIBRI: GUIDO FABRIZI, UN RACCONTO SU ORRORE DEL FEMMINICIDIO (NOTIZIARIO LIBRI) (ANSA) – ROMA, 8 MAR – GUIDO FABRIZI, ‘L’AMORE CATTIVO’.

Si chiama Letizia D e ha 18 anni, anzi li aveva, visto che se ne sta sdraiata, nuda, su un tavolo di acciaio ghiacciato, con un lenzuolo addosso, coperta di lividi e ferite da taglio coagulate. A ridurla cosi’ e’ stato Sergio, il ragazzo che l’aveva fatta innamorare e che piano piano e’ diventato uno sconosciuto, in grado di controllare totalmente la vita della sua compagna, e poi un mostro. Si intitola ‘L’amore cattivo’ il racconto realista e ben scritto da Guido Fabrizi, regista e autore di comunicazione sociale, che sceglie l’8 marzo per riproporre con forza l’orrore del femminicidio raccontato attraverso gli occhi di un uomo. Mediante un flusso di coscienza, la narrazione ripercorre in flashback il primo incontro tra Letizia e Sergio, il bouquet di rose, la torta gelato e la fedina di fidanzamento. Poi le prime scenate, accompagnate puntualmente dalle richieste di perdono. Poi le botte, sorde, inaspettate, i pugni al posto delle parole, le minacce sussurrate in un orecchio, il dolore e insieme la perdita di consapevolezza, l’incapacita’ di riappropriarsi della propria vita, l’aborto provocato dalle percosse. Quando Letizia pensa finalmente di aver chiuso con il passato, tutto precipita una sera di maggio. Entra nel portone di casa, svolta l’angolo e si sente catturata come un animale intrappola: ”Immobilizzata, senza poter respirare, iniziai ad avvertire addosso uno strano freddo che trapassava il mio corpo, ripetutamente, in tantissimi punti. Provavo una sensazione di allontanamento da me stessa e, dibattendomi, intravidi nell’oscurita’ i suoi occhi vuoti che mi stavano sottraendo alla vita. Ricordo che caddi a terra e, provando una strana sensazione di bagnato causata dal mio stesso sangue, non potei fare a meno di domandarmi: ”Ma cosa c’entra in tutto questo l’Amore?”.

Il racconto e’ scaricabile dal link https://guidofabriziraccontibrevi.wordpress.com/2013/03/07/lamore-cattivo/.

RED-CA

08-MAR-13 18:39 NNNN

 
adnkronoslogo

CRO   08/03/2013
‘L’AMORE CATTIVO’ di Guido Fabrizi”  
18.34.16

8 MARZO: REGISTA, SEME VIOLENZA IN UOMINI INCAPACI DI CONTATTARE PROPRIE EMOZIONI 

GUIDO FABRIZI, ‘SUPERARE CONDIZIONAMENTI ANACRONISTICI, FRUTTO DI SOCIETA’ MASCHILISTA’ Roma, 8 mar. (Adnkronos) – “Ogni uomo incapace di prendere contatto con le proprie emozioni porta dentro se’ il seme della violenza: dobbiamo imparare a percepire il dolore delle donne se vogliamo crescere e superare quei condizionamenti anacronistici, frutto di una societa’ maschilista”. La pensa cosi’ Guido Fabrizi, regista e autore di comunicazione sociale, che propone in un racconto particolare ‘L’amore cattivo’ (pubblicato sul blog) il dramma vissuto da una donna, visto attraverso gli occhi di un uomo e raccontato “mediante un flusso di coscienza, nel tentativo di mettere a fuoco alcune dinamiche distorte, spesso presenti nel rapporto fra uomo e donna”. Il comportamento violento, evidenzia, “nasce dall’incapacita’ di percepire l’altro come persona, assoggettandolo alla categoria degli oggetti. Si crea cosi’ confusione tra bisogno e desiderio, scatenando comportamenti predatori e prevaricatori, che tendono ad annullare l’altro. Da qui derivano pulsione di possesso, gelosia ossessiva, sadismo, angoscia di abbandono, che possono trovare giustificazione nei codici culturali, in un individuo gia’ predisposto all’incapacita’ d’instaurare un contatto con la propria sfera emotiva”.

(Spe/Col/Adnkronos) 08-MAR-13 18:32 NNNN  

 

Informazioni su Guido Fabrizi

Partendo dalla fotografia, sto percorrendo l'impervia strada della scrittura cinematografica. Di questi tempi, tutti mi dicono che è da folli girare per produzioni con i propri soggetti sotto il braccio... Sarebbe da folli rinunciare...
Questa voce è stata pubblicata in Post. Contrassegna il permalink.

9 risposte a PICCOLO LANCIO ANSA E ADN KRONOS

  1. Elisabetta Lelli ha detto:

    Potrei innamorarmi di un uomo che scrive di Stream of consciousness… 🙂

  2. Elisabetta Lelli ha detto:

    Ah… e che scrive su Adnkronos 🙂 🙂 🙂 —–> sorriso TRIPLO

  3. BETA ha detto:

    Grazie per la stellina che ha regalato all’articolo che ho pubblicato su Darcy Padilla.Gradirei esprimere una breve considerazione “sul’amore cattivo”.Premetto che non ho letto ancora il suo racconto, e spero di farlo appena possibile……Credo che ogni tipo di violenza rivolta verso la persona amata sia solo ignoranza mista a presunzione.L’ignoranza ci fa vedere l’amata come qualcosa da controllare ogni istante, mentre la presunzione ci porta a commettere gli atti vili e vigliacchi.

  4. Pingback: L’AMORE CATTIVO | GuidoFabriziRaccontiNoir

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...