SE DIO VUOLE

MANTEGNA3

 

Se Dio mi vuole uccidere questa vita è il mezzo perfetto. Una vita dove trovare un senso spesso sta come immaginare un’aquila volare libera nel “Fosso delle Marianne”. Una vita dove il capovolto sembra, quasi sempre, essere la regola che ti viene spacciata come destino, senza luce e ossigeno che ti consentano d’intraprendere una strada migliore. Se Dio mi vuole uccidere mi ha fornito le pallottole giuste attraverso un tempo che non ascolta che se stesso, e dove per esprimersi bisogna prima elaborare un’accattivante strategia marketing. Se Dio mi vuole uccidere mi ha collocato nel perfetto spazio tempo dove l’anima e il pensiero sembrano sgretolarsi come un vecchio intonaco tra le mani di un autore alla ricerca di un significato. Se Dio mi vuole uccidere può voltarmi le spalle senza far scorgere sul suo volto una lacrima che lasci intravedere un’espressione di concreta pietà verso un mondo che, nella sua follia, altro non fa che cercare amore. Ma Dio non vuole la mia morte, cerca solo di farmi scoprire la mia libertà.

 

 

 

Informazioni su Guido Fabrizi

Partendo dalla fotografia, sto percorrendo l'impervia strada della scrittura cinematografica. Di questi tempi, tutti mi dicono che è da folli girare per produzioni con i propri soggetti sotto il braccio... Sarebbe da folli rinunciare...
Questa voce è stata pubblicata in Frammenti di Pensiero. Contrassegna il permalink.

6 risposte a SE DIO VUOLE

  1. antonella ha detto:

    La profondità del tuo pensiero è una certezza che esiste una casta dei giusti sommersa che non si arrende mai, che combatterà sempre, perchè è di qualità è viva rappresnta il domani

  2. Pandora ha detto:

    Se Dio mi vuole uccidere, questa vita è il mezzo perfetto….hai ragione, sai quante volte l’ho pensato ma non ho mai trovato parole così perfette per esprimerlo…
    Ciao

  3. Dacia ha detto:

    Caro Guido Lei ha del talento Guido ma tende a dimenticare che la poesia è prima di tutto matematica. Ci vuole piu precisione, pià chiarezza, più senso del ritmo. Troppe cose sono “dette” e non rappresentate. La poesia è anche rappresentazione linguistica. A presto, Dacia m

    http://www.daciamaraini.com/tools/maraini-2.shtml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...