SORRISI PREZIOSI

Folletto

Il dolore ci insegna a sorridere, quell’ultimo pianto sarà addolcito dal frutto di mille sorrisi.

Pubblicato in Racconti Brevi | 3 commenti

CIRCOLI VIZIOSI

CIRCOLOVIZIOSO

Lo scopo della vita, forse, sta nell’uscire da quei circoli viziosi che ci portiamo dentro, da sempre.

Pubblicato in Racconti Brevi | 2 commenti

POLLI

PolliNostrani

Già vedo le spiagge straripare di polli e di galline sdraiati felici sul becchime, e gracili surfisti pennuti scivolare sulle piume urlando:

Chicchirichì siamo ancora tutti qui…

Per poco, – disse un gallo, guardando un uovo sodo, – ‘sto sole che vi aggrada fra un po’ vi farà in brodo, ma a voi tanto che importa, avete memoria corta, pensare non si addice alla vostra grande specie, che al posto del cervello c’ha un ammasso di mais e pece –.

Pubblicato in Racconti Brevi | 6 commenti

MORIBONDI FELICI

SCHEGGIE-MS-10

Bene, il Natale è passato, con tutte le sue retoriche, con la puntuale opportunità di rinascita persa, lasciandoci solo una montagna di colesterolo e regalini inutili da riciclare. Tutto questo mentre il Pianeta sta affondando, i rapporti umani si stanno dissolvendo, e l’odio sta prendendo sempre più il posto della spiritualità, dell’intelligenza, mentre l’umanità è sempre più estinta. Ricominciamo a riprenderci a calci nel sedere, giusto per sentirci vivi, l’unica cosa che sappiamo fare bene sui social, per la strada, nelle famiglie, nei condomini. Inabissiamoci sempre più nelle oscurità delle divisioni sociali, nella disconnessione dall’empatia, nell’opportunismo, nell’indifferenza, nelle recriminazioni di diversità. Perdonate lo schietto catastrofismo, ma se questo è l’unico modo che abbiamo per percepirci vivi, vuol dire che siamo già morti.

Pubblicato in Racconti Brevi | 7 commenti

MULATTIERE PERICOLOSE…

Muletto

Accetto tutto, disse il mulo, ma non capisco il perché, la carota, invece che in bocca, me la mettono sempre nel culo…

Pubblicato in Racconti Brevi | 5 commenti

FLUIDO

6 pebbles stacked - image isolated over white background

Cambia la mente fluida, fertile, quella in grado di trasformare la commedia umana in una profonda rappresentazione ironica. Cambia chi è consapevole che l’errore non sia qualcosa da ripudiare, ma che proprio grazie ad esso si riesce a progredire. Cambiano gli esseri umani che credono nelle esperienze da condividere, per cercare di abbattere quei muri che ci impediscono di migliorare. Cambiano coloro che sono consapevoli dei propri limiti, senza rapinare a nessuno i propri meriti. Cambia chi è in grado di perdonare, perché è nel superamento del conflitto che si evolve il modo di pensare. Cambia chi riconosce la propria fragilità umana senza vedere nell’altro un nemico da affrontare, senza proiettare sul mondo le proprie zone d’ombra da occultare. Cambia chi non perde mai di vista da dove proviene, trasformando come in una magia l’odio in amore, perché è questo ciò che fa stare bene. Cambiano le persone vere, quelle che riescono a guardarti negli occhi, ad ascoltare ogni respiro senza pregiudizi, senza catene. Solo le pietre non cambiano mai, vengono erose dalle intemperie, rotolano giù per il fiume impetuoso della vita, ma sempre e solo pietre restano, come antiche penne incatramate nei calamai.

Pubblicato in Racconti Brevi | 6 commenti

STATI D’ANIMO

GianlucaGotto

La felicità è un frammento d’Infinito che si tuffa per qualche attimo nel nostro grande mondo limitato, allo scopo d’insegnarci la rotta, non sempre facile, per la serenità.

Pubblicato in Racconti Brevi | 3 commenti

… E RINASCITA SIA!

2022

Pubblicato in Racconti Brevi | 5 commenti

AUGURI!

Auguri2022

Diamoci da fare affinché il 2022 sia migliore.

Auguri a tutti!

Pubblicato in Racconti Brevi | 7 commenti

SEMI DI PIETRA

SEMIDIPIETRA

Benedetta ipocrisia, che con occhi a cozza andata a male guardi il mondo come se non ci sia. Avevi fame e ti hanno sfamato, e ora che hai tutto non sfami, anzi, gioisci a creare un altro disgraziato. Benedetta ipocrisia, che fingi sorrisi da una microscopica farmacia, dove invece di sanare spegni per ripicca ogni luce che passa per la tua via. Benedetta ipocrisia l’anima del commercio è certo tua, ma non quella del grande armatore, bensì quella di chi ha una barchetta a remi con un minuscolo motore. Benedetta ipocrisia, non possiedi l’acume di un esperto comandante, intento a studiare dalla prua l’orizzonte, anche se ti percepisci di gran lunga più intelligente. Benedetta ipocrisia, mascherando dietro ai soldi la tua egoistica follia, ti credi di essere tutto ciò che mai sarai, e di poter comprare ogni cosa che vorrai, case, uomini, fiorai, comprendendo sempre dopo, quelle poche regole del gioco, che fanno degli uomini angeli, e non usurai.

Pubblicato in Racconti Brevi | 6 commenti

FERMARSI A RIFLETTERE

lavitaèunsoffio

Ho una piccola casa fra le mani e un grande romanzo sulla testa. Se non avessi queste due cose non avrei più nulla da perdere, se non l’anima.

Pubblicato in Racconti Brevi | 7 commenti

ARCOBALENO NELLA NOTTE

luna-nella-notte-cane-selvaggio-nero-della-siluetta-96906420

Sono un cane selvaggio che corre nella notte abbaiando alla luna per farsi coraggio, cercando fortuna. Sono un eremita spiantato, che ritrova la fede nella fertile terra di un campo passato. Sono un allievo ignorante che dopo tante parole riscopre il silenzio, imparando ad ascoltare la gente. Sono un arcobaleno di notte che protegge i colori per non farli sfiorire come accade agli amori. Sono il pane raffermo che stai per gettare, ma che a un tratto, riscoprendo la vita, riscaldi sul fuoco come fosse pregare. Sono l’errore, la rotta sbagliata, la frase non detta, l’occasione perduta, la sciocca sbandata, la faccia smarrita. Sono un fratello lontano sparito nel nulla, fuggito alla ricerca di una vita tranquilla. Sono la stella cadente dei miei desideri che ha viaggiato nel tempo inseguendo mille pensieri. Sono il ponte precario che collega la mente al cuore, consapevole che si nasce, si cresce, e si muore. Sono l’albero secco bruciato dal fuoco, sfiorato dal male di un gioco banale, ma che in un giorno di pioggia ha ripreso a fiorire.

Pubblicato in Racconti Brevi | 7 commenti

NON SCHERZATE CON I LIBRI

MostroDiFirenze

Spesso, in questo Paese, ricorrere alla cronaca nera stabilisce il successo di un romanzo. Attingervi o esserne protagonista non fa molta differenza, anzi, un colpevole alza le vendite, aumenta il voyeurismo, l’interesse mediatico, e attraverso una narrazione ripetitiva si finisce anche per giustificare l’atto criminale più efferato. Quindi, state attenti a ciò che leggete, potrebbe essere estremamente pericoloso, procedete con cautela nelle vostre scelte letterarie. Un libro può cambiarvi totalmente la vita, tanto da non potere più tornare indietro.

Pubblicato in Racconti Brevi | 5 commenti

FIAT LUX

COMETA

Pubblicato in Racconti Brevi | 7 commenti

SAREBBE COSÌ SEMPLICE…

PulcinellaLuzzati

E pensare che sarebbe così semplice… voltare le spalle alle cose inutili, all’idolatria del denaro, all’indifferenza, all’illegalità, a ogni minimo comportamento disonesto, partendo dal più banale, da quello quotidiano, che si occulta facilmente dietro a una maschera di perbenismo. Sarebbe così semplice rinunciare alla guerra col vicino, che poi come un seme nefasto porta a conflitti mondiali, a spargimenti di sangue innocente. Sarebbe così semplice coltivare l’amore invece dell’odio, l’intelligenza invece della stupidità. Allontanarci per un attimo da tutte quelle esasperazioni umane dove, imprigionati in un individualismo ossessivo e cieco, ci mettiamo in una continua competizione, essere umano contro essere umano, che non ci permette di ascoltare, di conoscere, di crescere. E pensare che sarebbe così semplice, accettare che abbiamo tutti lo stesso DNA, che il concetto di razza è una bugia creata per giustificare la violenza, la sopraffazione, e che le differenze sono una magnifica espressione della libertà, non un nemico da combattere. Sarebbe così semplice, e soprattutto così rivoluzionario, se non fossimo solo esseri umani, piccoli aggregati di atomi convinti di essere i padroni dell’Universo.

Pubblicato in Racconti Brevi | 9 commenti